play

CENTRO di COGNITIVISMO CLINICO

DBT & TRAUMA CENTER

Istituto di Psichiatria e Psicoterapia

per l’ Infanzia, Adolescenza ed età Adulta

Firenze, Via Giotto 37 -  Prato, Via Frà Bartolomeo 38b

tel.3711896895

segreteria@centrodicognitivismoclinico.it



Direttore Scientifico: Dr. Carmelo La Mela


Psichiatra, Psicoterapeuta

Didatta Società Italiana Terapia Comportamentale e Cognitiva
Professore a contratto presso Università G. Marconi – Roma



Il Centro di Cognitivismo Clinico 

 è un Istituto per la Cura, la Ricerca e lo Studio - in continuo aggiornamento - dei Disturbi Psicopatologici,

pur con un duplice obiettivo :


- ll primo obiettivo, Prettamente Clinico, è rappresentato dalla cura della persona e del suo disturbo psicologico attraverso una terapia individuale, di coppia o di gruppo. Per questo nel Centro operano Terapeuti specializzati nell'affrontare le varie problematiche psicopatologiche dell'Infanzia, Adolescenza e dell'Età Adulta

Ci Occupiamo, dunque delle seguenti patologie e disagi, disturbi e patologie sempre più diffusi che finiscono per influire negli equilibri della nostra società:

Ansia, Attacchi di Panico, 
Fobie
Disturbo Ossessivo Compulsivo,
Anoressia e Bulimia
Depressione 
Disturbo Bipolare

Disturbo da Stress Post-Traumatico
Disturbi da Dipendenze
(sostanze, gioco, internet, sex, internet disorder,
Cyber bullismo)

Disturbi della sessualità Transessualismo e Problematiche LGB
Disturbo Borderline e Disturbi della Personalità
Problematiche familiari e di coppia
Disturbi Infanzia e Adolescenza



 

Esplora il Sito

Home - Chi siamo - Diagnosi- Trauma - Modello&Metodo - Iniziative&Convegni- Logos


per contatti, informazioni, appuntamenti scrivi a segreteria@centrodicognitivismoclinico.it o chiama il  3711896895



La Diagnosi.

Per noi  è essenziale fornire una diagnosi corretta della natura della sintomatologia descritta, potendo cosi darne la valenza di disturbo clinicamente rilevate o invece di malessere esistenziale. La diagnosi è proposta non solo come definizione nosografica e psichiatrica del disturbo, ma inquadrata nella fase di vita del soggetto....

[...].E’ in questi termini che per noi acquista valore la diagnosi psicopatologica, la possibilità di distinguere ciò che ha valenza patologica, di sindrome o disturbo, da ciò che non lo ha rappresentando una reazione psicologica, magari anche di estrema sofferenza ad eventi della vita lungo un continuum fisiologico. Diagnosi che va condivisa col paziente e spiegata, al di là dei tecnicismi, con termini comprensibili che dando senso a ciò che il paziente sta vivendo permette di offrire una terapia efficace e compatibile con il funzionamento personologico del paziente

Per noi la diagnosi non ha il significato di stigma, di etichetta che spersonalizza l’individuo, di condanna sociale o di disperato destino esistenziale. E’ invece uno strumento utile e necessario. E’ esperienza comune quando siamo noi ad essere “i pazienti”, affetti da una qualche forma di sofferenza fisica o psichica, di fronte ad un medico in pronto soccorso, in ospedale in ambulatorio avere in mente le stesse domande: cosa ho? E’ grave? Guarisco? In quanto tempo? Cosa devo fare per stare bene?


Nota "Necessaria e Fondativa" :  Siamo convinti che una condizione di sofferenza psicologica sia sempre associata ad una storia di vita e da eventi che ne permettano una comprensione rispetto al momento di esordio e alla sua natura, per questo diamo importanza alla storia di vita della persona che si rivolge a noi, a partire dalla storia delle sue relazioni precoci e dagli eventi dolorosi vissuti. Altra area di intervento in cui il Centro si propone di esercitare la propria azione terapeutica è quella afferente alle varie declinazioni del concetto di Trauma psicologico, da intendersi sia nel suo profilo nosograficamente definito come evento potenzialmente capace di recare grave pregiudizio alla nostra
integrità fisica o a quella di persone a noi vicine, sia come esito della persistenza di condizioni di vita soggettivamente percepite come gravi ed intollerabili su un piano esclusivamente psicologico .Il Centro si propone cioè di offrire una risposta rispetto alla difficoltà di organizzare o riorganizzare la propria vita in seguito ad eventi ed esperienze vissute e sentite come sostanzialmente non integrabili in essa e dunque fonte di un malessere che, anche se non sempre rispondente a precisi criteri nosografici, si concretizza tuttavia in un senso doloroso di mancanza di significato di ciò che ci è successo capace di ripercuotersi anche in modo grave sulla qualità della nostra vita interiore e di relazione.

Per comprendere il modello Cognitivo Comportamentale Leggi



 

- Il Secondo obiettivo è il favorire e promuovere un Dialogo Interdisciplinare, Psicologico Sociologico, Antropologico, Politico e Culturale, che da una prospettiva scientifica e laica, si interroghi e rifletta su alcuni temi del nostro tempo, quali ad esempio il tema dell’identità, personale e sociale, dell’integrazione, della sessualità, del senso di inadeguatezza e di smarrimento, dei sentimenti di paura e di rabbia, di delusione e riscatto e del senso che questi fenomeni hanno nel forgiare il contesto individuale e sociale del tempo che stiamo vivendo e lo sfondo per l’emersione di forme di disagio psicologico e psicopatologico.  Per saperne di più vai Logos 


E i tanto 'temuti' FARMACI?...

 

Le indicazioni per la cura dei disturbi psicopatologici risentono, troppo spesso, della 'ideologia' della formazione di chi propone la diagnosi e la cura piuttosto che di ciò che è noto nella comunità scientifica come efficace. La deontologia ma anche per il rispetto e valorizzazione dell'individuo/paziente ci impone di  indicare  le terapie più indicate, i pro e i contro di queste, con una spiegazione puntuale e chiara, nel metodo e nel merito e questo IMPONE, nel caso, L'INFORMAZIONE ACCURATA SUI GLI EVENTUALI FARMACI NECESSARI.
QUESTO è  per noi  'filosoficamente' imprescindibile

 Accogliere e comprendere le ansie e preoccupazioni rispetto al farmaco: dai timori per reazioni indesiderate, rischi di assuefazione e dipendenza, fino alle paure irrazionali diventate ormai pensiero caratteristico e in espansione il  rapporto con 'la scienza' e l'individuo è sempre più incrinato.

DUNQUE, chi si rivolge a noi avrà una dettagliata e accurata spiegazione e informazione su le ragioni per cui è necessario l'uso di un farmaco,come questo funziona, gli effetti e l'azione terapeutica,  dissolvendo quella fama terrifica e alchimistica che molti ne hanno.


LA DURA REALTA' . Ciò che accade e può far riflettere :

°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°


Iniziative Terapeutiche in Corso ( e precedenti)..... 

 Ottobre 2022


TERAPIA DBT di GRUPPO


per Pazienti Borderline

 Adulti

Conduttore  Dr. Giulia Grazzini

 Co-conduttore Dr. Eleonora Pellegrini

A CHI ERIVOLTA  

...Avere relazioni interpersonali e affettive fortemente instabili e conflittuali, caratterizzate da oscillazioni tra la iperidealizzazione e la svalutazione dell’altro, vivere rapidi sbalzi d’umore tra rabbia, depressione, ansia, delusione, e angoscia, associati ad impulsività,

abbuffate, autolesionismo, abuso di sostanze e promiscuità sessuale sono alcune delle caratteristiche principali del Disturbo Borderline..per saperne di più.


Settembre 2022


T
ERAPIA DBT di

GRUPPO


per Adolescenti


Conduttrice Dr. A. Monti

Co-conduttore Dr. A. Mercantelli

A CHI ERIVOLTA

Adolescenti con disregolazione emotiva e comportamenti disfunzionali

L’adolescenza rappresenta quella fase della crescita in cui si è più reattivi, emotivi, sensibili e vulnerabili. Se l’adolescente è inserito in un ambiente sistematicamente invalidante, il rischio di disregolazione emotiva è estremamente
elevato. 

Per  saperne di più...